January 16, 2022
7
min

Sostegno al lutto: il ruolo dello psicologo nella tua perdita

Nel corso della vita, ci troviamo di fronte a situazioni difficili che mettono alla prova la nostra capacità di affrontare il dolore e di adattarci a una nuova realtà. Affrontare un lutto ad un certo punto è inevitabile, e superarla in modo sano è una delle sfide più difficili che possiamo affrontare, specialmente quando abbiamo perso una persona cara.

Per questo motivo, poter contare su un aiuto per superare un lutto sarà di grande beneficio per la persona affinché possa affrontare il dolore senza bloccarsi in nessuna fase del processo.

Cosa succede quando si perde una persona cara?

Dopo la morte di un familiare, amico o partner, inizia un difficile processo di adattamento, la cui intensità e durata possono variare significativamente a seconda dell'individuo e delle sue particolari circostanze.

Sperimentare il dolore è inevitabile e necessario in queste situazioni, e il contrario sarebbe, in effetti, problematico. Integrare un lutto nella nostra vita è un compito per il quale dovremo usare tutti gli strumenti a nostra disposizione, sia interni che esterni, per capire innanzitutto cosa sia il dolore e successivamente imparare a gestire le nostre emozioni, passare per questo processo e andare avanti con la nostra vita.

Sebbene non esista un unico modo di vivere la perdita, la classificazione più diffusa delle cinque fasi del lutto che generalmente seguono una perdita è la seguente:

1 .Negazione. L'incredulità di fronte ciò che è successo appare come un meccanismo protettivo iniziale per allontanarsi emotivamente dalla realtà.

2. Ira. La rabbia per ció che è successo nasce quando la persona prende coscienza della perdita.

3. Negoziazione. In questa fase la persona cerca di trovare soluzioni alla perdita con se stesso o con la situazione circostante.

4. Depressione. A questo punto, si sperimenta l'inevitabile dolore emotivo causato dalla morte.

5. Accettazione. Nell'ultima fase del lutto, si raggiunge l'accettazione della nuova situazione, il dolore comincia a placarsi ed è possibile guardare al futuro e andare avanti.

Se stai attraversando una perdita, è perfettamente naturale provare tristezza, confusione, ansia, mancanza di motivazione, paura o persino senso di colpa. Spesso si sperimentano anche una moltitudine di sintomi fisici, che variano da paziente a paziente e spesso includono perdita di energia, senso di oppressione al petto e vari disagi muscolari.

I sintomi comportamentali più comuni sono l'insonnia, i disturbi alimentari e l'isolamento, che a loro volta possono portare ad un uso eccessivo di alcol o droghe per alleviare il dolore.

Per attraversare il lutto nel modo meno traumatico possibile e per evitare che diventi uno stato cronico dal quale non è possibile uscire, è consigliabile ricevere un aiuto professionale per gestire adeguatamente tutte le emozioni che nascono in questa situazione.

L'importanza del sostegno nel processo di elaborazione del lutto

Essere accompagnati, nel processo di elaborazione del lutto, da uno psicologo professionista specializzato in questo campo, sarà un supporto molto importante per raggiungere il prima possibile la guarigione emotiva. Anche se non è possibile accettare una perdita da un giorno all'altro, il lavoro congiunto tra terapeuta e paziente è il modo più efficace per superarla.

L'obiettivo della terapia del lutto è quello di permettere al paziente di ritrovare l'equilibrio emotivo attraverso un sostegno psicologico, che si concentra sul guidare la persona che sperimenta un lutto a gestire pensieri ed emozioni in modo sano.

Uno degli aspetti più importanti di questa terapia è che il paziente può trovare il supporto necessario in un momento così delicato e la guida per accettare e comprendere il dolore. Infine, il paziente sarà in grado di assimilare ciò che è successo in modo positivo e andare avanti.

Anche se possiamo contare sull’appoggio e la compagnia della famiglia o degli amici, anche loro possono non saper affrontare il lutto nel modo più adeguato e, quindi, un aiuto psicologico è necessario non solo quando non si possa ricorrere al sostegno familiare.

L’aiuto durante il processo di elaborazione del lutto, pur essendo sempre consigliabile, può essere particolarmente necessario in certi casi.

Quando dovrei rivolgermi ad uno specialista?

È importante vedere uno specialista quando i sintomi del lutto, come la tristezza o la rabbia, persistono nel tempo e influenzano la tua vita quotidiana, o quando non ti senti in grado di affrontare la morte da solo.

Se il dolore non svanisce, o si acutizza, e se non ti senti in grado di superare il lutto, devi ricevere un aiuto psicologico adeguato. Uno specialista può fornirti le chiavi per gestire correttamente le tue emozioni e ritrovare il tuo equilibrio.

In molti casi, il problema fondamentale del paziente è che cerca di sfuggire al dolore bloccandolo, il che finisce per prolungare il processo. Allo stesso modo, si produce spesso un blocco in una delle fasi del dolore. È allora che lo psicoterapeuta deve identificare in che fase si trova il paziente per iniziare a lavorare da quel punto.

Circostanze speciali

Quando si vive una perdita, ci sono diversi fattori che condizionano l'intensità e la complessità del superamento, come le circostanze della morte (se è stata inaspettata, se sono state perse diverse persone in un breve lasso di tempo…), l'età e la personalità del defunto o la relazione con il defunto. I tratti personali di ogni persona possono anche rendere più o meno difficile affrontare una situazione così dura, così come il fatto di non avere alcun supporto circostante. È necessario chiarire che questo processo doloroso si verifica anche nel caso di altri tipi di perdita, come la rottura con un partner, il lutto per un animale domestico o un licenziamento dal lavoro, tra gli altri.

Poiché alcune perdite possono essere particolarmente traumatiche (suicidi, morti di bambini o incidenti), il terapeuta adatterà l'intervento al singolo paziente e fornirà gli strumenti più appropriati.

Come può aiutare un professionista esperto in lutto

Ricevere un aiuto psicologico durante il lutto ci permette di gestire le emozioni prodotte dalla perdita con accettazione, sapendo e accettando che è inevitabile vivere il processo e con la fiducia di sapere che siamo accompagnati e guidati, e che presto ci sentiremo meglio.

In alcuni casi, quando l'intensità dei sintomi è molto alta, può essere raccomandato un trattamento farmacologico iniziale che fornisca sollievo urgente al paziente, anche se questo non è sempre necessario e dipenderà da ogni caso.

D'altra parte, ci sono strategie molto efficaci che gli psicologi offrono ai pazienti per alleviare l'intensità delle emozioni negative dovute a una perdita, come la comunicazione simbolica con la persona scomparsa (attraverso la scrittura, per esempio).

Un altro aspetto fondamentale, in questi casi, è l'aiuto che il professionista offre al paziente per affrontare la vita quotidiana, soprattutto quando la persona scomparsa ha avuto un ruolo fondamentale nelle questioni che riguardavano il paziente. In molte occasioni, questo genera uno squilibrio per quanto riguarda la gestione delle situazioni quotidiane, come impegni familiari, problemi economici o altre questioni.

In queste circostanze, oltre a piangere la perdita, il paziente ha bisogno di adattarsi a una nuova realtà, che può includere grandi cambiamenti di vita. Imparare ad assumere nuove responsabilità o ruoli nella propria vita e stabilire piani d'azione efficaci sono compiti che richiedono guida e sostegno.

Il ruolo dello psicologo, quindi, è quello di aiutarti a utilizzare gli strumenti a tua disposizione per ricostruire la tua vita in modo che il dolore della perdita non diventi un dolore patologico o un ostacolo insormontabile nella vita.

Superamento del dolore

L'obiettivo finale della terapia del lutto è che il paziente accetti la perdita in modo sano, ricordando la persona scomparsa senza provare dolore e concentrandosi sulle esperienze positive che ha condiviso. Allo stesso tempo, è perfettamente naturale che ci siano date o ricordi specifici che possono provocare tristezza in momenti specifici, anche molto tempo dopo la perdita. Lo scopo è quello di far sì che il paziente accetti le sue emozioni in modo naturale senza rimanerci “incastrato”.

Come abbiamo detto, ogni lutto è differente e le strategie che il professionista fornisce ad ogni persona dipenderanno dalle sue circostanze particolari, così come la durata e la complessità del lutto varieranno per ogni singolo caso. Ma superare il dolore si traduce sempre in una guarigione emotiva che ci permette di guardare al futuro con ottimismo. Si tratta di una crescita personale in cui la resilienza gioca un ruolo fondamentale, partendo dal presupposto che i cambiamenti sono inevitabili e che siamo tutti pronti ad affrontare le avversità, per quanto dure e dolorose possano essere.

Quando un paziente ha superato un lutto, stabilisce nuovi obiettivi nella sua vita ed è capace di ritrovare entusiasmo per il fatto di raggiungere nuove mete. Questa è la sfida principale che implica un lutto, la capacità di andare avanti con la nostra vita accettando la perdita, qualcosa che ci farà crescere personalmente in tutti i casi.

Se stai vivendo un lutto per la perdita di una persona cara, non esitare ad accettare aiuto per superare la perdita e andare avanti con la tua vita il più velocemente possibile, mantenendo un ricordo positivo e piacevole della persona che non è più con te e guardando al futuro con accettazione.

In TherapyChat abbiamo diversi psicologi che possono consigliarti, supportarti ed aiutarti a tornare a sorridere.

[.test-button]Trova il tuo psicologo[.test-button]

Compartir artículo:

Artículos relacionados