October 19, 2021
7
min

Solitudine e Depressione. Trucchi per sentirti meglio

La solitudine e la depressione possono essere due delle emozioni che producono maggiore sconforto nelle persone. Certamente, quando cominci a sentirti così, ti senti talmente disorientato da trasformarsi in un’odissea uscire dalla spirale della negatività in cui ti vedi immerso.

Per questo motivo, in questo articolo, vogliamo darti alcuni consigli per aiutarti a superare alcuni di questi sentimenti. Tuttavia, l'ideale sarebbe mettersi nelle mani di professionisti che sappiano darti i consigli necessari per migliorare la tua autostima.

Quando compaiono solitudine e depressione?

Possono fare la loro comparsa in qualsiasi momento della vita, senza che debba esserci un motivo concreto che le inneschi. D’altra parte, la solitudine e la depressione possono anche essere un modo che utilizza il tuo corpo per segnalare che qualcosa nella tua vita non va bene.

Possono però anche comparire perché stai attraversando una situazione complicata, come la perdita di una persona cara, la fine di una relazione, un litigio con un amico o un famigliare… In ogni caso, se senti che qualcosa non va nel tuo stato d’animo, puoi mettere in pratica i consigli che ti diamo qui di seguito.

Sintomi che puoi avvertire

Prima di tutto, è importante che sappia riconoscere ciò che senti. In caso contrario, non potrai agire nel modo adeguato e ti sentirai anche più disorientato a livello di stato d’animo. Quindi, in questa sezione parliamo di alcuni dei sintomi che generano questi due sentimenti, affinché possa sapere se corrisponde a ciò che ti sta accadendo.

  • Svogliatezza e disinteresse verso le attività che prima ti piaceva fare.
  • Tendenza a isolarsi socialmente e poca voglia di interagire con altre persone.
  • Sconforto dinnanzi alle situazioni che prima ti piacevano.
  • Incertezza riguardo ai tuoi sentimenti verso il futuro prossimo.
  • Tristezza generalizzata durante la giornata sebbene non ci siano fattori scatenanti (a semplice vista) che la provochino.

Se ti identifichi con queste emozioni e pensieri, è probabile che stia vivendo gli effetti della solitudine o alcuni sintomi della depressione. Pertanto, dovrai metterti all'opera per uscire da questa situazione e cominciare a sentirti meglio.

Come combattere la solitudine e la depressione

Il fatto che la solitudine e la depressione compaiano con frequenza, non implica che non ci travolgano e che non siano complicati da superare in certi momenti. Tuttavia, è possibile mettere in atto alcune strategie per poterle superare e porre fine al malessere che provocano in modo efficace. Quindi, in quest'articolo ti forniremo alcuni modelli che puoi seguire.

1. Correggi il tuo pensiero disfunzionale

I pensieri disfunzionali sono quelli che ti fanno dare la colpa alle persone che hai attorno per farti credere di combattere una battaglia continua. È molto importante evitare questi pensieri, altrimenti i tuoi sentimenti non faranno che peggiorare.

Perché tu possa riconoscerli, facciamo alcuni esempi:

  • Pensiero polarizzato: ovvero pensare continuamente in bianco e nero, tralasciando tutta la gamma di grigi.
  • Concentrarsi sul lato negativo: essere incapaci di concentrarsi sugli aspetti positivi di una situazione.
  • Supposizioni: pensare di sapere quello che accadrà in futuro.
  • Leggere nella mente: credere di sapere quello che gli altri pensano di te o conoscere le loro intenzioni o atteggiamenti.
  • Generalizzazione eccessiva: credere che un’esperienza negativa significhi che tutte le esperienze saranno negative, anche se non siano correlate tra loro.
  • Colpevolezza: incolpare gli altri dei propri problemi o incolpare se stessi dei problemi altrui.
  • Ragionamento emotivo: pensare continuamente alle emozioni e lasciare che esse influenzino il tuo modo di percepire qualsiasi accadimento.
  • Giudicarti nei tuoi stessi pensieri, utilizzando termini come “dovrei”.
  • Magnificazione e minimizzazione: ovvero sopravvalutare o sottovalutare gli eventi o le persone che ci circondano.
  • Etichettarti per mezzo di termini globali che svalutano ciò che sei e che ti caratterizzano unicamente secondo una particolarità o un difetto.

2. Scrivi un diario

Il diario può essere uno strumento utile per analizzare i tuoi pensieri senza aiuto degli altri. Questa azione può aiutarti a esaminare e cambiare il tuo modo di pensare.

Inoltre, è stato dimostrato che ti aiuterà a diminuire lo stress, uno dei sintomi della depressione. Qui puoi effettuare un test per toglierti dei dubbi, se ti stai chiedendo come sapere se si è depressi?

3. Monitora le tue emozioni

Per fare ciò, dovresti tenere un registro dei pensieri automatici ricorrenti, così come delle tue emozioni. Annota i tuoi sbalzi d'umore e poi rifletti su ciò che hai pensato prima di cambiare le tue emozioni.

Sarebbe ideale dividere gli eventi in due variabili: da una parte l'evento in sé e dall'altra l’emozione che ti ha provocato.

In questo modo potrai correggere questi sentimenti o, almeno, conoscerti meglio e capire che non c'è niente di male nel sentirsi così e che non devi permettere che prenda il sopravvento sul tuo umore.

4. Prendi nota dei tuoi pensieri automatici

Potrebbe rivelarsi complesso, dato che i pensieri automatici sono quelli che compaiono nella tua testa in modo spontaneo. Normalmente si tratta di pensieri su di te, idee riguardo al futuro e anche all'ambiente in cui vivi.

Dopo avere identificato le emozioni che provocano i tuoi cambi di umore, sarebbe ottimale analizzare i pensieri automatici che si riferiscono all'evento.

Una volta capito ciò, non avrai nessun problema a modificarli, cercando prove a favore o contro la loro giustificazione.

5. Prendi nota dei pensieri razionali

D’altro canto, è importante scrivere tutti i pensieri razionali che finiscono per giustificare queste distorsioni cognitive. A questo scopo puoi cercare prove sia a favore che contro.

Ciò ti darà un quadro corretto del perché compare e del perché non dovrebbe apparire. Annotando i pensieri, avrai sempre a portata di mano tale resoconto, accessibile per recuperarlo quando necessario.

6. Dai una struttura alla tua vita quotidiana

Uno dei modi più efficaci per evitare la sensazione di solitudine e depressione è di pianificare adeguatamente le tue giornate. Utilizzare una fascia oraria che comprenda tutto ciò che farai, può rivelarsi molto utile per sentirti efficiente e impegnato, aiutando a non procrastinare e ad evitare i brutti pensieri che ne derivano.

L’ideale è organizzare le attività per fasce orarie, per essere più efficienti durante tutto il giorno. Una volta fatto ciò, non ti rimarrà che consultare il tuo orario per non dimenticare niente e rispettare tutti gli obblighi. È importante che le attività che ti proponi di fare siano realistiche e gli obiettivi che ti prefiggi inizino con una difficoltà bassa, per non generare frustrazione.

Un’altra cosa molto interessante è analizzare come ti senti durante l’attività, sia mentre stai facendo qualcosa di produttivo che appena finito di farlo.

D’altra parte, ha il suo peso anche non cercare di essere del tutto autosufficiente. Ci saranno sempre attività in cui hai bisogno di aiuto ed è importante richiederlo per non sentirti solo e riuscire a realizzare i tuoi obiettivi con l’aiuto dei tuoi cari.

7. Pianifica delle distrazioni

Un altro consiglio che ti diamo è quello di pensare a quali attività ti aiutano a superare i momenti di intense emozioni. La cosa migliore è di programmarne alcune, in modo che quando la tua mente comincia a bombardarti di pensieri controproducenti e ti fa stare male, tu possa rifugiati in tali attività. Si può trattare di qualcosa di semplice come ripetere una frase o fare un calcolo mentale per distrarre la mente.

Questa tecnica ti aiuterà a respingere le sensazioni negative, cosa che ti sarà molto utile per porre fine al malessere e sentirti sollevato.

8. Socializza di più

Per porre fine alla solitudine in cui la depressione spesso ti fa sprofondare, dovrai passare attraverso un periodo di riadattamento in cui dovrai fare davvero la tua parte. La cosa migliore è esporti a situazioni sociali di tanto in tanto, anche se vorresti evitarle.

Questo farà sì che tu ti possa riabituare e possa riprendere i contatti con le persone che ti circondano.

Può anche avere un effetto positivo parlare di cose banali con le persone che ti sono vicine. Ad esempio, con i colleghi di lavoro o con i tuoi vicini di casa. Questo accrescerà la fiducia in te stesso per le future interazioni sociali.

Pensa a ciò che ti accomuna agli altri e instaura un rapporto con chi ti è più affine, è un modo sicuro di incontrare persone con cui ti senta bene e di lasciarti indietro il vuoto emotivo.

Mettiti nelle mani esperte

Prima di concludere questo articolo dobbiamo insistere in modo particolare sull’importanza di affidarsi a degli esperti, perché loro possano aiutarti ad affrontare la situazione che stai attraversando.

Certamente, ci sono molti modelli che puoi seguire e che ti possono aiutare a ricomporti. Ciononostante, per superare adeguatamente la sensazione di solitudine e depressione, l’ideale è mettersi nelle mani di professionisti. Loro potranno farti una diagnosi molto più concreta e costruire un programma che ti aiuterà a combattere questa condizione e farti sentire molto meglio. Se pensi che una persona vicino a te possa star attraversando un momento difficile, puoi suggerirle di rivolgersi ad un esperto

In TherapyChat abbiamo diversi psicologi che possono consigliarti, supportarti ed aiutarti a tornare a sorridere.

Trova il tuo psicologo

Compartir artículo:

Artículos relacionados